09 mag

SESTO QUADRO - VIII INTERMEDIO - SULLE TRACCE DI GIOSUÈ BORSI […]

SESTO QUADRO – VIII INTERMEDIO – SULLE TRACCE DI GIOSUÈ BORSI […]
GIOSUÈ BORSI
“[…] Giosuè Borsi nacque a Livorno il 10 giugno 1888. Giovane direttore di giornale (“Il Nuovo” di Firenze), fu scrittore e poeta. Nel febbraio del 1915 si arruola volontario indossando la divisa di ufficiale che spettava ai laureati. Il sottotenente di fanteria Giosuè Borsi cadde nel primo giorno della quarta battaglia dell’Isonzo, il 10 novembre 1915, sulle alture del Monte Cucco di Plava, oggi chiamato Kuk, vicino a Gorizia. Né il cadavere, né la tomba improvvisata dalla pietà dei fanti che lo amavano, furono poi più ritrovati. Sul suo corpo, nascosto nella tasca della giacca, trovarono una minuscola copia della Divina Commedia, il “DANTINO”, come fu detta quella copia insanguinata […]”
Da “Giosuè Borsi: un cattolico al fronte” di Carlo Adorni
[Livorno – “Associazione Culturale Giosuè Borsi”]

No Comments

Post A Comment

Visit Us On FacebookVisit Us On Youtube